Seleziona un altro paese
Per favore, leggi le importanti informazioni riportate di seguito prima di continuare sul nostro sito

Lyxor e Lyxor ETF sono nomi utilizzati da Société Générale per identificare rispettivamente le società  di  Asset  Management Lyxor e i prodotti da loro emessi, promossi e/o gestiti.

 

Société Générale è un istituto di credito di diritto francese  autorizzato e controllato in Francia dall’ Autorité de Controle Prudentiel (www.acp.banque-france.fr ), oltre che dall’ Autorité des Marchés Financiers.   Société Générale è autorizzata ad operare in qualità di istituto di credito ed abilitata ad effettuare tutte le operazioni bancarie, nonché abilitata alla prestazione di tutti i servizi d’investimento ad eccezione del servizio di gestione di Sistema Multilaterale di negoziazione, ai sensi delle disposizioni del Code Monétaire et Financier.

 

Société Générale opera in Italia attraverso la succursale di Milano, con domicilio in Via Olona 2, 20123 Milano, Italia. Per informazioni relative a questo sito web: Numero Verde 800 929300 Email: info@etf.it

 

I Lyxor ETFs presentati sul sito www.ETF.it potrebbero essere soggetti a restrizioni per quanto riguarda certe persone o in certi paesi in base alla legislazione locale applicabile alle suddette persone o nei suddetti paesi. E’ responsabilità del cliente assicurarsi di essere autorizzato ad investire nei Lyxor ETFs presentati in questo sito.

 

Gli investitori UK devono fare riferimento a www.lyxoretf.co.uk

Gli investitori Francesi devono fare riferimento a www.lyxoretf.fr

Gli investitori Olandesi devono fare riferimento a www.lyxoretf.nl

Gli investitori Italiani devono fare riferimento a www.lyxoretf.it

Gli investitori Spagnoli devono fare riferimento a www.lyxoretf.es

Gli investitori Austriaci devono fare riferimento a www.lyxoretf.at

Gli investitori Tedeschi devono fare riferimento a www.lyxoretf.de

Gli investitori di Hong Kong devono fare riferimento a www.lyxoretf.hk

Gli investitori Singaporesi devono fare riferimento a www.lyxoretf.sg

Gli investitori Svizzeri devono fare riferimento a www.lyxoretf.ch

Gli investitori Belgi devono fare riferimento a www.lyxoretf.be

 

 

 

 

 

I Lyxor ETFs a cui si fa riferimento in questo sito non sono stati e non saranno registrati sotto il United States Securities Act del 1933 e successive modifiche, e non potranno essere offerti o venduti entro i confini degli Stati Uniti, ad eccezione dei casi di esenzione previsti dal Securities Act, o se nel contesto di una transazione non soggetta agli obblighi di registrazione del Securities Act. Quindi, gli ETF elencati in questo sito internet non potranno essere venduti a cittadini statunitensi o comunque non potranno essere altrimenti trasferiti negli Stati Uniti salvo il caso in cui la transazione di riferimento non sia soggetta ad obblighi di registrazione ai sensi della legge americana.

 

Coloro i quali accedono al sito internet da una giurisdizione nella quale sono vigenti delle restrizioni, dovrebbero informarsi a riguardo, e osservare tali restrizioni.

 

Il presente sito internet non costituisce un offerta o un invito ad acquistare titoli negli Stati Uniti o in qualunque altra giurisdizione in cui simili offerte o inviti non siano autorizzati o a qualunque persona nei confronti della quale sia illegale fare tale offerta o invito. I potenziali utenti del presente sito internet sono invitati a informarsi ed ad osservare tali restrizioni.

 

Questo sito internet ha natura commerciale e non regolamentare. L’accuratezza, la completezza o la rilevanza delle informazioni fornite non è garantita, benchè tali informazioni siano state ricavate da fonti ritenute attendibili. Le informazioni presentate in questo sito internet si basano su dati di mercato in un determinato momento e potrebbero cambiare nel tempo.

 

I Lyxor ETFs descritti nel presente sito non sono adeguati a ogni investiture. L’investitore può perdere fino alla totalità del capitale investito. L’investitore non dovrebbe investire in questi prodotti salvo che ne comprenda pienamente le caratteristiche e il livello di esposizione al rischio. Il valore dei Lyxor ETFs può essere soggetto ad incrementi e riduzioni ed è soggetto a volatilità dovuta a fattori quali variazioni di prezzo degli strumenti sottostanti e dei tassi di interesse. Se il Lyxor ETF è denominato in una valuta diversa dall’indice, è soggetto ad un rischio di cambio.

 

 

 

Prima di ogni investimento in un Lyxor ETF, l’investitore dovrebbe fare la propria valutazione dei rischi dell’investimento sotto il profilo legale, fiscale e contabile, senza fare riferimento alle informazioni fornite in questo sito internet, rivolgendosi, se lo riterrà opportuno, ai propri consulenti specializzati o ad altri professionisti competenti .

Nessuna entità del gruppo Société Générale, potrà essere ritenuta responsabile per le conseguenze finanziarie o di altra natura che potrebbero derivare dall’investimento nei Lxyor ETFs.

 

Prima di ogni eventuale investimento nei Lyxor ETFs si raccomanda di leggere attentamente i Prospetti, i KIID e i Documenti di Quotazione, disponibili sul presente sito e presso Société Générale, Listed Products, via Olona 2, 20123 Milano, in cui sono illustrati in dettaglio i relativi meccanismi di funzionamento, i fattori di rischio ed i costi.

04 mar 2021

Due soluzioni per prepararsi all'aumento dell'inflazione

È passato un anno da quando la pandemia ha costretto l'economia globale ad affrontare chiusure forzate in numerosi settori. Al momento, le aspettative che le vaccinazioni di massa favoriscano un'accelerazione della normalizzazione economica hanno causato un rialzo delle prospettive d'inflazione. Scopri di più su quali siano i potenziali driver dell'inflazione e gli strumenti ideali per cogliere questa opportunità. 

L'economia globale è sulla via della ripresa

L'inflazione ha evidenziato una flessione all'apice della crisi dovuta al Covid-19, con un collasso della domanda dovuto ai lockdown e un brusco calo dei prezzi del petrolio. La traiettoria della ripresa economica resta incerta ma si sta verificando un recupero globale, come dimostra il forte rimbalzo degli indici PMI globali. Dalla seconda metà del 2020 l’inflazione è andata aumentando sempre più, sia negli Stati Uniti sia in Europa.

L'inflazione continuerà ad aumentare ancora?

Quanto sia sostenibile l'attuale processo di normalizzazione dei prezzi nel lungo periodo è una questione fortemente dibattuta. Per ora è possibile affermare che le aspettative d'inflazione hanno preso sostanza, anche se un rialzo sostenuto dell'inflazione non può prescindere, in ultima battuta, da un aumento dei redditi.

Anche le banche centrali giocheranno un ruolo chiave nel definire la traiettoria dell'inflazione. È probabile che la Federal Reserve mantenga un approccio espansivo e attenda di vedere un sensibile aumento dell'inflazione prima di intervenire. Le attuali stime di mercato indicano che la Fed inizierà a ridurre gli stimoli alla fine di quest'anno o all'inizio del prossimo, ma per un rialzo dei tassi bisognerà aspettare il 2023.

Ciò detto, è estremamente difficile prevedere il tasso di inflazione nei prossimi mesi in quanto la pandemia ha radicalmente mutato lo scenario per i paesi sviluppati. Le prospettive d'inflazione dipendono dalla capacità dei governi di dare sostegno all'attività economica locale, mentre le politiche fiscali espansive svolgeranno un ruolo importante per determinare una nuova base di inflazione.

Le previsioni di Lyxor ETF

Nel breve periodo, riteniamo che l'attuale recupero dei prezzi dell'energia e dell'attività globale dovrebbero sostenere l'inflazione. Tuttavia, le pressioni sui prezzi interni dovrebbero rimanere contenute per il momento, soprattutto in settori come il trasporto aereo e quello ricettivo, che risentono ancora delle restrizioni imposte alla loro attività.

Nel lungo periodo, l'aumento dei deficit di bilancio e dei rapporti debito/PIL potrebbe indebolire le valute, alimentando un rialzo dell'inflazione. Anche il continuo processo di inversione della globalizzazione iniziato con la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina potrebbe spingere i prezzi al rialzo.

Come cogliere le opportunità legate all'aumento dell'inflazione?

Esistono diverse opzioni per chi si attende un aumento dell'inflazione.

Due dei migliori modi per beneficiare del rialzo dei prezzi sono l'investimento in obbligazioni indicizzate all'inflazione – obbligazioni i cui pagamenti di cedole aumentano o diminuiscono parallelamente all'inflazione – e le strategie legate alle aspettative d'inflazione – che mirano ad assumere esposizione al tasso d'inflazione di pareggio (la differenza tra il rendimento obbligazionario nominale e quello delle obbligazioni indicizzate all'inflazione).

Qual è la migliore? La risposta dipende principalmente dalle previsioni di inflazione. Se le obbligazioni indicizzate all'inflazione rappresentano la scelta convenzionale, le strategie incentrate sulle previsioni d'inflazione possono evidenziare una performance migliore se i mercati sottovalutano l'entità del suo aumento. Senza dimenticare che, grazie alla loro duration quasi neutrale, le strategie incentrate sulle previsioni d'inflazione di Lyxor non subirebbero l'effetto negativo che l'aumento dei rendimenti produrrebbe sul prezzo delle obbligazioni sottostanti.

Vediamo insieme alcuni fattori da considerare quando si opta per queste due tipologie di investimento.

Obbligazioni indicizzate all'inflazione

Prima di investire in obbligazioni indicizzate all'inflazione, occorre valutare alcuni elementi tra cui:

  • Il ritmo dell'attività economica (ricerche di mercato, ecc.)
  • Le aspettative d'inflazione (tasso d'inflazione di pareggio);
  • I driver dell'inflazione complessiva (ad es. il prezzo del petrolio);
  • Le previsioni sugli interventi delle banche centrali (l'inclinazione della curva dei rendimenti).

Analizzare questi fattori aiuta a valutare a quali paesi esporsi in un portafoglio globale nonché a decidere la corretta esposizione al rischio di duration da assumere. Bisogna anche ricordare che la struttura dei mercati delle obbligazioni indicizzate all'inflazione può variare in misura significativa da un paese all'altro.

Ad esempio, il mercato statunitense delle obbligazioni indicizzate all'inflazione ha una duration di 8,2 anni, lievemente superiore alla duration media di 6,9 anni dei Treasury. La duration media delle obbligazioni britanniche indicizzate all'inflazione, invece, è notevolmente superiore - quasi 21,1 anni, mentre quella dei Gilt è attorno ai 12,6 anni.1

Questo ha profonde implicazioni per gli investimenti. Più un'obbligazione è lontana dalla scadenza, più il suo rischio di duration è elevato e maggiore sarà il ribasso in caso di aumento dei rendimenti obbligazionari reali. Come regola generale, ogni punto base di incremento nei tassi d'interesse riduce di 1 punto base il valore capitale di un'obbligazione per anno di duration.

La duration lunga del mercato britannico delle obbligazioni indicizzate all'inflazione comporta che il suo contributo al rischio di duration in un portafoglio di obbligazioni indicizzate all'inflazione globale sarà superiore rispetto alla sua ponderazione misurata in termini di valore di mercato. Un modo per ridurre questo rischio è limitare l'esposizione a una serie di scadenze più brevi (ad esempio, obbligazioni a 1–10 anni) anziché assumere un'esposizione a tutte le scadenze.

Strategie legate alle aspettative d'inflazione

Gli indici delle aspettative d'inflazione sono concepiti per intercettare le variazioni del tasso d'inflazione di pareggio – la differenza tra il rendimento di un'obbligazione nominale e quello di un'obbligazione indicizzata all'inflazione a pari scadenza. Per farlo, si acquista un paniere di titoli indicizzati all'inflazione mentre si vende un paniere di Treasury con scadenze corrispondenti, su base giornaliera.

Per via della relazione non lineare tra variazioni del rendimento e oscillazioni della dinamica tra offerta e domanda sul mercato, l'ampiezza delle oscillazioni delle strategie legate alle aspettative d'inflazione rispetto alle variazioni dell'inflazione di pareggio può variare. Ma anche in questo caso esistono alcune regole di fondo.

Ad esempio, abbiamo scoperto che una strategia legata alle aspettative d'inflazione USA registrerà una variazione di circa 8 punti base per ogni variazione assoluta di 1 punto base del tasso d'inflazione di pareggio sottostante. Per una strategia sensibile alle aspettative d'inflazione nell'area euro, questa sensibilità è vicina a una variazione di 4 punti base per via della maggiore complessità della struttura del mercato delle obbligazioni indicizzate all'inflazione in quest'area.

Solo il meglio della selezione per esporsi all'inflazione con Lyxor

In Lyxor ETF abbiamo una delle più vaste gamme in Europa di obbligazioni indicizzate all'inflazione e strategie legate alle aspettative d'inflazione per rafforzare l'esposizione di portafoglio all'inflazione.2 Dai un’occhiata alla gamma completa nella tabella seguente.

1Fonte: Bloomberg, al 17/02/2021.

2Fonte: Lyxor International Asset Management, al 03/03/2021. Le dichiarazioni sulle credenziali di Lyxor rispetto al peer group si riferiscono esclusivamente al mercato europeo degli ETF UCITS.


Disclaimer sui rischi

Questo documento è ad uso esclusivo degli investitori che operano per proprio conto e rientrano nella classificazione di "Controparte qualificata" o di "Cliente professionale" ai sensi della Direttiva 2014/65/UE relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Questi prodotti sono conformi alla Direttiva UCITS (2009/65/CE). Société Générale e Lyxor International Asset Management (LIAM) raccomandano agli investitori di leggere attentamente la sezione "rischi d'investimento" contenuta nella documentazione di prodotto (prospetto informativo e KIID). Il prospetto informativo e il KIID sono disponibili a titolo gratuito sul sito web www.lyxoretf.com e ottenibili su richiesta inviando un'e-mail all'indirizzo client-services-etf@lyxor.com.

Salvo che nel Regno Unito, dove la presente comunicazione è pubblicata da Lyxor Asset Management UK LLP, la quale è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority nel Regno Unito con il numero di registrazione 435658, la presente comunicazione è pubblicata da Lyxor International Asset Management (LIAM), una società di gestione francese autorizzata dalla Autorité des marchés financiers e soggetta alla regolamentazione delle Direttive UCITS (2014/91/UE) e GEFIA (2011/61/UE). Société Générale è un istituto di credito (banca) autorizzato dall'Autorité de contrôle prudentiel et de résolution francese.

I prodotti menzionati sono oggetto di contratti di market-making volti ad assicurarne la liquidità sulla London Stock Exchange, ipotizzando normali condizioni di mercato e sistemi informatici normalmente funzionanti. Di norma, le quote di un particolare ETF armonizzato gestito da un asset manager e acquistato sul mercato secondario non possono essere rivendute direttamente allo stesso asset manager. Gli investitori devono acquistare e vendere le quote sul mercato secondario tramite un intermediario (ad es. un broker) e tale operazione può essere soggetta a commissioni. Inoltre, gli investitori possono pagare un prezzo superiore rispetto al NAV corrente al momento dell'acquisto di quote o ricevere un importo inferiore al momento della vendita di quote. Il prospetto aggiornato di composizione del portafoglio del prodotto è disponibile su www.lyxoretf.com. Inoltre, il NAV indicativo è pubblicato sulle pagine Reuters e Bloomberg del prodotto e può anche essere menzionato sui siti web delle borse in cui il prodotto è quotato.

Prima di investire nel prodotto, si consiglia agli investitori di avvalersi di una consulenza finanziaria, fiscale, contabile e legale indipendente. Ciascun investitore è tenuto ad assicurarsi di essere autorizzato a sottoscrivere o a investire in questo prodotto. Il presente documento è di natura commerciale e non regolamentare. Il presente materiale è di natura commerciale e non regolamentare. Il presente documento non costituisce un'offerta o una richiesta di offerta, da parte di Société Générale o Lyxor Asset Management (insieme alle sue affiliate indicata come Lyxor AM) o delle rispettive controllate, per l'acquisto o la vendita del prodotto descritto.

Disclaimer sulla Ricerca

Lyxor International Asset Management ("LIAM") o i suoi collaboratori possono avere o intrattenere relazioni d'affari con società oggetto dei propri report di ricerca. Si ribadisce pertanto agli investitori che LIAM e i suoi collaboratori possono avere un conflitto di interessi che può influenzare l'obiettività di questo report. Gli investitori devono considerare questo report come uno dei tanti fattori, e non l'unico, in base ai quali prendere decisioni d'investimento. Si rimanda all'appendice al termine di questo report per le certificazioni degli analisti, le informazioni importanti e i disclaimer. In alternativa, consultare il nostro sito web con l'informativa sulla ricerca globale: www.lyxoretf.com/compliance.

Conflitti di interessi

Questa ricerca contiene punti di vista, opinioni e raccomandazioni degli analisti di ricerca e/o degli strategist di Lyxor International Asset Management ("LIAM") Cross Asset ed ETF. Nella misura in cui questo documento contiene idee di investimento basate su scenari macroeconomici delle condizioni di mercato o su valutazioni relative, esso potrebbe differire dalle opinioni e raccomandazioni della Ricerca fondamentale Cross Asset ed ETF contenute nei report su singoli settori o società della Ricerca Cross Asset ed ETF e dagli scenari e opinioni di altri dipartimenti di LIAM e delle relative controllate. Gli analisti e/o gli strategist della Ricerca Cross Asset ed ETF di Lyxor si consultano periodicamente con il personale preposto alle vendite e alla gestione di portafogli di LIAM sulle informazioni di mercato, inclusi, a mero titolo esemplificativo: pricing, livelli di spread e attività di trading degli ETF che replicano indici azionari, obbligazionari e su materie prime. I desk di trading potrebbero negoziare, o aver negoziato, sulla base degli scenari e dei report degli analisti di ricerca. Lyxor ha politiche e procedure obbligatorie in materia di ricerca che sono ragionevolmente ideate per (i) assicurare che i fatti presentati nei report di ricerca siano basati su informazioni affidabili e (ii) prevenire una diffusione impropria o incompleta degli stessi. Inoltre, gli analisti di ricerca ricevono compensi basati, in parte, sulla qualità e sull'accuratezza delle loro analisi, sulle valutazioni dei clienti, su fattori competitivi e sui ricavi totali di LIAM inclusi i ricavi da commissioni di gestione, consulenza e distribuzione.

Connect with us on linkedin